Menu
A+ A A-

Blog

Rocca San Casciano presenta il servizio Navetta per la Festa del Falò del 22 Aprile

La Festa del Falò attiva il servizio Navetta per tutti coloro che vorranno raggiungere Rocca in occasione della storica manifestazione.

Grazie all’accordo stipulato fra la Pro Loco e la società C.R. BUS in occasione della Festa del Falò del 22 Aprile 2017, quattro BUS ogni mezzora, dalle 18 alle 23, effettueranno servizi di andata dal Punto Bus di Forlì a Rocca San Casciano. Il ritorno è previsto da mezzanotte fino alle 4 di mattina.
Il Punto Bus è antistante la stazione FS e quindi risulta comodo anche per chi raggiunge Forlì in treno.
Il costo del biglietto andata/ritorno è di 10 euro e sarà possibile anche acquistare il biglietto di ingresso alla Festa, evitando la fila alle casse.
Il numero per le prenotazioni e per avere maggiori informazioni è quello della Pro Loco di Rocca San Casciano 371 181 4751.

“Questo è uno dei servizi più richiesti da chi viene da fuori – fanno sapere dalla Pro Loco – siamo molto contenti di essere risusciti ad organizzarlo, rispondendo cosi alle esigenze sia di chi non ha i mezzi (pensiamo ad esempio a tanti giovani e studenti) sia per chi vuole vivere la festa con tranquillità senza il rischio del viaggio in automobile e vuole trascorrere la Festa insieme a noi, dall’accensione dei Falò, alle sfilate dei carri, fino ai balli e alle musiche in piazza che proseguono per tutta la notte".

Dopo aver siglato un accordo con CiaoTickets.com per la vendita dei biglietti online e aver stipulato una vantaggiosa convenzione con gli alberghi circostanti, questo è un altro ottimo risultato degli organizzatori dell’evento.

La Festa del Falò si fa spazio fra i grandi eventi Nazionali

Un importante riconoscimento da parte di Italive dimostra che la Festa del Falò si sta ritagliando uno spazio interessante fra i più importanti eventi d'Italia.

Anche quest'anno i biglietti per la "Festa del Falò" di Rocca San Casciano saranno disponibili online. Il Comitato Organizzatore della manifestazione rocchigiana, che si svolgerà il prossimo 22 aprile 2017, ha affidato a ciaotickets.com la gestione per la prevendita dei biglietti. Ciaotickets è uno dei più grandi portali d'Italia specializzato nella vendita di biglietti online di eventi e concerti fra i più importanti del Paese. Digitando l'evento "Festa del Falò" si potrà acquistare il biglietto in anticipo. Basterà solo stamparlo da casa e non saranno necessarie spedizioni con corriere espresso, ma solo mostrando il barcode presente sul biglietto alle casse la sera della festa. Altra possibilità è quella di acquistare il biglietto in uno dei numerosi "botteghini" affiliati sparsi in tutta Italia dove si potranno acquistare i biglietti fino a poche ore prima dell'evento, in pratica prima di mettervi in viaggio acquistate il biglietto, eviterete così la lunga fila alle casse e vi assicurerete l'ingresso alla manifestazione.

Quest'anno l'organizzazione si pregia di un'importante riconoscimento infatti la "Festa del Falò" è stata selezionata dal portale italive.it ed è stata ammessa alle votazioni per il "Premio Italive 2017". Italive è un'importante portale web che informa gli automobilisti, viaggiatori e turisti su quello che accade nel territorio italiano proponendo un calendario aggiornato dei migliori eventi organizzati, mediante una selezione di prodotti eccellenti e di offerte enogastronomiche. Il premio è promosso da Codacons, Autostrade per l'Italia e Coldiretti.

Altri due passi importanti che dimostrano quanto la Festa del Falò si stia guadagnando una posizione di rilievo fra gli eventi nazionali.

30 giorni alla Festa del #Falò17

Manca un mese alla "Festa di Falò" e a Rocca San Casciano fervono i preparativi con grande entusiasmo e partecipazione.


Manca un mese alla "Festa di Falò" di Rocca San Casciano che quest'anno si celebra il 22 e 23 aprile prossimi.
La tradizionale manifestazione che affonda le radici nella notte dei tempi, è sempre più connessa al web attraverso il sito e gli account ufficiali sui social network della Festa, alla quale, quest'anno, stanno dando ancora più lustro gli account ufficiali dei Rioni Borgo e Mercato. Attraverso immagini, video e storie in diretta, i dei due rioni raccontano l'avvicinamento alla "Festa del Falò", passo dopo passo, il tutto seguendo l'Hashtag ufficiale #Falò17 Si parte dalla raccolta delle ginestre sulle colline della Romagna-Toscana che daranno vita ai pagliai alti 9 metri. 


Nel frattempo, le sartorie si danno un gran da fare per allestire i costumi della sfilata che si tiene dopo l'accensione dei falò e degli spettacoli pirotecnici, mentre l'ingegno dei creativi progetta e realizza monumentali e spettacolari carri allegorici.
Quest'anno il Rione Mercato rievocherà le gesta dell'Antica Grecia tra meravigliosi dei e sorprendenti personaggi mitologici. 
Il Rione Borgo, invece, ci porterà nelle eteree atmosfere del Giappone tra coraggiosi samurai ed ammalianti ed affascinanti gheishe. 

Confermata, anche quest’anno, la possibilità di acquistare il biglietto di ingresso su www.ciaotickets.com per saltare la fila alle casse della “ Festa più bella del mondo, nel paese più piccolo del mondo".

A breve, il Comitato Organizzatore della "Festa del Falò" annuncerà altre importanti novità e opportunità per tutti i partecipanti all'evento.

Festa del Falò siglato importante accordo con gli alberghi della vallata

Sinergia, collaborazione, promozione del territorio è questa la parola d'ordine degli organizzatori dell'evento.

Quest'anno il Comitato Organizzatore della "Festa del Falò" di Rocca San Casciano si pregia di aver stretto una collaborazione con gli alberghi di Dovadola e di Castrocaro per offrire un confortevole servizio a tutti coloro che parteciperanno alla manifestazione del 22 e 23 aprile 2017.


Sconti, bus navetta e biglietto di ingresso da ritirare comodamente in albergo sono solo alcune delle promozioni realizzate per stupire e allietare il soggiorno dei visitatori delle colline della Romagna-Toscana.
Hotel a prezzi convenzionati, visite a Castrocaro Terme, alla Cittadella Medicea di Terra del Sole, allo stabilimento termale e degustazione di vini tipici. Gli hotel della cittadina termale che aderiscono a questa iniziativa sono Hotel Rosa del Deserto, Hotel Ambasciatori, Hotel Pierina, Hotel Prati, Hotel Piolanti.
A Dovadola la convenzione è stata stipulata con Corte San Ruffillo, dove oltre alle agevolazioni per la festa, si potranno gustare, con un menù ad hoc realizzato dallo chef, ottimi piatti della cucina locale.

La collaborazione con le attività del paese porta quest’anno una grande novità: "Non buttate il biglietto della festa del falò!", grazie ad un’importante Partnership con l’azienda Agrituristica LA CERRETA che per favorire il ritorno dei visitatori nel paese del Falò promuove uno sconto del 20% o sui pasti o sul pernottamento ai clienti che si presenteranno con il biglietto della festa anche in altra data previo prenotazione.

Si tratta di un salto di qualità notevole per la Festa del Falò e per tutto il nostro territorio - ci illustra il responsabile della promozione dell’evento - che, grazie alle nostre tradizioni, può crescere e sviluppare turismo ed economia. Un'opportunità per tutti che speriamo, in futuro, possa crescere sempre di più, attirando partners e visitatori".

Alla scoperta delle origine della Festa del Falò

Si scalda l'atmosfera in vista della Festa del Falò di Rocca San Casciano del prossimo 22 e 23 aprile. 

Mentre si accende la sfida tra i due Rioni, Borgo e Mercato, iniziano le manifestazioni collaterali legate alla tradizionale festa, il Falò di San Giuseppe del 17-18 marzo  sarà il primo degli eventi previsti.

Poi l'appuntamento sarà per il Lunedì di Pasquetta con novità, sorprese, musica, spettacoli, segreti e aneddoti della festa più attesa dell'anno. Per riscoprire le origini della tradizione che ogni anno infiamma il capoluogo della Romagna-Toscana, la Pro Loco in collaborazione con Gastronomia Romagnola di Maurizio Selvi organizza i "Lòm a Mêrz – Il falò di San Giuseppe" venerdì 17 e sabato 18 marzo.

Un'occasione per conoscere le antiche celebrazioni romagnole di origine contadina volte a scongiurare la malasorte attraverso riti propiziatori.  Tra questi riti c'è proprio l’accensione di falò volta ad accogliere l’arrivo della primavera invocando un’annata favorevole per il raccolto nei campi. Il significato del Falò  ha da sempre avuto lo scopo d’incoraggiare e salutare l’arrivo della bella stagione bruciando i rami secchi e i resti delle potature, a Rocca dopo il trasferimento dei falò dalle campagne all’interno del paese lungo le rive dei fiumi e dei fossi, la festa assunse un valore religioso dedicando i falò a San Giuseppe (19 marzo) a cui venivano richieste “Grazie”.

I Lòm a Mêrz (i lumi di marzo) sono tipici della Romagna e si svolgono in quasi tutto il territorio e molti paesi propongono la loro tradizione, ma non c’è dubbio che la massima espressione di questa antica tradizione la ritroviamo a Rocca San Casciano con la Festa del Falò più famosa d’Italia. Ma come è nata questa festa così popolare e dalle origine antichissime? Venite a scoprirlo il 17/18 marzo:
Questo il programma della due giorni che si terrà presso il Parco Gramsci di Rocca San Casciano all'interno dello stand al coperto:

Venerdì 17 marzo: Dal primo pomeriggio i più piccoli potranno divertirsi sui gonfiabili e con l'animazione proposta dai trucca bimbi.  Per i più grandi sarà invece possibile visitare la mostra fotografica che ripercorrere la storia del Falò di Rocca.  Dalle 19 apriranno gli stand gastronomici dove si degusteranno le prelibatezze locali. 

Sabato 18 marzo: E' ancora il tempo dei giochi per i bambini mentre alle 12 è fissato l'appuntamento con il pranzo e alle 19 con la cena propiziatoria.  Alle 21,30 si terrà l'accensione del Falò e a seguire i fuochi di artificio, mentre dalle 22 la musica dei Dj's allieterà la serata. 

 

Ingresso Gratuito

 

Festa del Falò ®  è un marchio registrato dall' Associazione Pro Loco di Rocca San Casciano.